Breaking News
Loading...
domenica 24 marzo 2013

Info Post
No, non mi sono sbagliato.
E' vero, la squadra di Marco Capanna non ha vinto ed è stata estromessa dalla Final4 di Coppa dei Campioni femminile da un Kinef semplicemente più forte.
Ma io sono convinto che sia il team più forte di tutti i tempi, sia in campo maschile che in campo femminile.
Ecco perchè.



Ho già parlato di questa squadra in passato e della sua organizzazione volta a ... perpetuare sé stessa, ovvero a sviluppare attività di comunicazione e di vendita tale da renderla (quasi) autosufficiente.
Potete rinfrescarvi la memoria leggendo QUI e QUI.

Imperia ha perso ieri sera una sfida contro una squadra certamente più esperta, che ha prevalso solo dopo 7 tempi di perfetta parità. Infatti solo alla fine del terzo tempo della gara di ritorno le ragazze russe hanno fatto pesare la loro straordinaria capacità di distendersi in contropiede e sono passate decisamente in vantaggio, fino a staccare il biglietto per la FINAl4 al termine della gara.

Allora tutto sto entusiasmo dove sta?

Sta nelle 1.300 persone presenti in piscina a sostenere le ragazze di Capanna.
Per togliere tutti i dubbi sul numero, lo scrivo in stampatello come fosse un assegno: milletrecento/00.

Un numero impressionante, esattamente il doppio della media del massimo campionato di Rugby maschile.

Un numero impressionante, avvalorato dal fatto che la stragrande maggioranza dei presenti erano paganti (regolarmente, cioè attraverso SIAE).

Di più: era possibile seguire la partita sia in tv che online (ieri il mio blog ha dato lo streaming, seguito da circa 130-150 utenti web).

Insomma, unite i puntini e ditemi se questa squadra, se questa società non deve essere presa come un esempio di come si può fare business con lo sport.

 

Se apprezzi il mio impegno nel tentativo di mostrare nuovi (e vecchi) metodi per divulgare il nostro sport, supportami con un LIKE alla pagina Facebook che trovi cliccando QUI, oppure iscrivendoti via mail al sito, in modo da ricevere comodamente gli aggiornamenti del blog direttamente sulla tua casella di posta elettronica.




Ovvio, serve gente che corra, che coinvolga la città, che porti manifesti e volantini, che spinga sui media (diretta tv e diretta web ne sono una diretta conseguenza). Ma se tu questa gente la metti in campo a correre, puoi ottenere un risultato da sogno, cioè fare business con la pallanuoto!

Serve tempo, serve volontà di ferro. Ma alla fine la città diventa tua. Cessa di essere un agglomerato informe e indifferente e lentamente prende sostanza, ti segue, ti riconosce tra le sue strade; e se perdi come è successo ieri, contro una squadra tutto sommato più forte, si stringe attorno a te per ringraziarti ugualmente delle emozioni e delle speranze che le hai regalato, per farti capire che sarà sempre con te, che l'hai conquistata e che ti perdona se non vinci sempre: anzi, si alza e ti applaude.

E questo, per me, significa essere Campioni del Mondo.

2 commenti:

  1. Stefano Carbone25 marzo 2013 00:50

    Sono perfettamente d'accordo con Edo, l'Imperia in questo momento è un faro che illumina il buio mare della pallanuoto italiana (e forse mondiale), se vogliamo entrare tranquilli nel porto di un roseo futuro per il nostro sport, dobbiamo seguire questa luce giallorossa.
    E quello che più mi piace è che non hanno segreti di Pulcinella, come fanno lo dicono a tutti, segno di altruismo ed intelligenza,perchè se non cresce il movimento, perde di valore anche essere un top team.
    Complimenti di cuore, e forza Imparia, grazie comunque, uscire a testa così alta e contro una squadra così forte è comunque vincere.

    RispondiElimina
  2. Stefano, il tuo commento ti fa onore.
    Aspetto di poter postare le attività della tua squadra!

    RispondiElimina

Grazie per il commento, tiene vivo il post sui motori di ricerca e siamo più raggiungibili da chi non ci conosce!

 

Prima di lasciare il blog, ricordati di aggiungere il tuo LIKE alla mia pagina Facebook!

x